Category

News

I primi (corretti) passi che deve fare un’azienda per esportare

I primi (corretti) passi che deve fare un’azienda per esportare

Argomento: export – attività con l’estero

Generalmente quando un’azienda decide di affrontare i mercati esteri si sentono le fatidiche frasi: “faccio la valigia e prendo l’aereo…” denotando lo spirito tipicamente italiano dell’avventure (aspetto positivo) e dell’improvvisazione (aspetto negativo). L’export manager che, nella maggior parte delle aziende italiane è anche l’imprenditore stesso, viene visto come un “commesso viaggiatore” che deve essere costantemente in giro per il mondo visitando fiere, facendo missioni commerciali e incontrando gente: insomma, per farla breve, deve essere “molto impegnato”. Ebbene, in realtà, se fa questa attività è solo una persona che perde tempo e denaro. Le aziende di stampo anglosassone hanno invece un approccio diverso con i mercati esteri…

Questo articolo del nostro Docente Dott. Michele Lenoci

Avvocato d’Impresa. Esperto in Direzione ed Organizzazione aziendale per l’internazionalizzazione delle PMI e formatore nelle aree export, organizzazione aziendale e moderne tecnologie applicate alle PMI per l’export

https://www.linkedin.com/in/lenocimichele/

Non è più tempo di fare i Piazzisti
Intervista a Michele Lenoci

Riportiamo qui di seguito un estratto dell’intervista a Michele Lenoci, esperto di Unioncamere a cura di MARIA G. DELLA VECCHIA per il quotidiano “La Provincia” di Lecco – Lunedì 9 Dicembre 2019

NON È PIÙ TEMPO DI FARE I PIAZZISTI
Per Michele Lenoci, esperto di Unioncamere, serve un salto di qualità «Solo il 4,5% delle aziende esporta. Le nostre Pmi devono attrezzarsi»

E’ finito il tempo del piazzista. E non lasciamoci incantare dall’enfasi su- gli italiani esportatori. Nel nostro Paese solo il 4,5% del- le imprese esporta, pari a 200.000 unità. Fra queste, a fare la metà del fatturato sono solo in mille. I due terzi (pari a 140.000 imprese) se li sommiamo realizzano solo lo 0,6% dell’export ita- liano. Se domani sparissero sa- rebbero molte aziende italiane in meno sui mercati esteri, ma come fatturato non ce ne accorgeremmo».
E’ un giudizio senza sconti quello di Michele Lenoci, esperto di Unioncamere Lombardia su marketing, commerciale e stra- tegie internazionali, circa lo stato e i numeri dell’export nazionale. Le Noci in questa intervista ci anticipa luci e ombre delle strate- gie di internazionalizzazione del- le pmi, di cui a breve parlerà, indi- cando soluzioni concrete, a una platea di imprenditori. L’appuntamento è per il 17 dicembre, dal- le 9,15 alle 13, nella sede lecchese della Camera di Commercio in un seminario promosso da Lariodesk con Camera di Commercio di Como Lecco in collaborazione con Unioncamere Lombardia.

Scarica l’articolo completo

Internazionalizzazione: abbiamo le idee chiare?

Internazionalizzazione: abbiamo le idee chiare?

Luoghi comuni e sorprendenti realtà

Argomento: export – attività con l’estero

Non passa giorno che non si parli di internazionalizzazione, di mercati globalizzati, di export.
Sono termini diventati un’opportunità per alcuni (pochi), un incubo per altri, una moda per tanti. Termini di cui si parla tanto, ma di concreto si fa molto poco (e spesso male).

Di fronte a questa situazione ci sono tutta una serie di luoghi comuni (ovviamente falsi) e di ricette forse interessanti dal punto di vista teorico, ma spesso fuori luogo dal punto di vista pratico. Vediamo in dettaglio…

Questo articolo del nostro Docente Dott. Michele Lenoci

Avvocato d’Impresa. Esperto in Direzione ed Organizzazione aziendale per l’internazionalizzazione delle PMI e formatore nelle aree export, organizzazione aziendale e moderne tecnologie applicate alle PMI per l’export

https://www.linkedin.com/in/lenocimichele/